Le gengive che sanguinano portano con sé moltissimi problemi: aumento della sensibilità dentinale, alitosi, ma soprattutto il pericolo di perdere i denti. Questa malattia è la principale causa di perdita di elementi dentali oltre i quarant’anni; evitarla è possibile con appropriate terapie e periodici controlli.

La parodontologia è la branca dell’odontoiatria che si occupa dell’apparato di sostegno del dente: radice, osso, legamento parodontale. La parodontite (piorrea) è una patologia subdola perché quasi mai si manifesta con forte dolore, piuttosto con un’alterazione di colore delle gengive, sanguinamento, mobilità dei denti e gonfiori. Questa patologia è la principale causa di perdita di elementi dentali e si manifesta in quasi due terzi della popolazione, in modo generalizzato colpendo tutti i denti, o localizzato in uno o più siti. Se non si interviene precocemente con le adeguate terapie si rischia la perdita dei denti o antiestetici “denti allungati”. Massima attenzione va quindi rivolta alla diagnosi precoce che può prevenire la perdita di elementi dentali o inestetici spostamenti e fastidiosi sanguinamenti. Le terapie sono diverse per i diversi stadi e tipologie di malattia paradontale: dalla semplice pulizia allo scaling (pulizia sotto-gengivale con anestesia), fino agli interventi chirurgici. Fondamentali per la prevenzione di questa malattia sono quindi i controlli periodici.

Richiedi informazioni su questo servizio:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

INSERIRE IL SEGUENTE CODICE: captcha